Cosa offriamo

Il Centro Clinico “Area 25” propone colloqui di consultazione e percorsi di psicoterapia rivolti a bambini, adolescenti, adulti (individuale, di coppia) e gruppi o famiglie. La scelta di iniziare un percorso psicoterapeutico viene condivisa dall’utente e dal suo terapeuta, per questo il Centro offre un percorso iniziale di tre colloqui alla fine dei quali si valuta la possibilità di iniziare una psicoterapia. Il Centro mette a disposizione i propri terapeuti per consulenze ad aziende, istituti scolastici e per la formazione di operatori sanitari. Per qualsiasi informazione è possibile utilizzare i contatti per prendere un appuntamento.

Adulto


Il percorso psicoterapeutico rivolto all’Adulto si presenta come occasione in cui affrontare il proprio disagio e le proprie difficoltà, così da poter elaborare le personali esperienze e il proprio vissuto per giungere ad un rapporto più sereno e chiaro con se stessi.Attraverso l’instaurarsi di una relazione che offra innanzitutto ascolto ed accoglienza, si procede nel costruire insieme al paziente un percorso attivo, paritario e condiviso che gli permetta di stare meglio potendo trovare, lungo il percorso,  un equilibrio migliore per la sua esistenza.

Bambino


Il percorso terapeutico con il Bambino è caratterizzato dalla presenza del gioco, del disegno e di altre attività, e ha lo scopo di favorire la dimensione "relazionale” attraverso cui il terapeuta può individuare le possibili aree di fragilità e di disagio. L’angolazione specifica dell'intervento, pur mantenendo l’attenzione del lavoro sul bambino, prevede anche il coinvolgimento dei genitori che vengono aiutati nel riattivare le loro competenze genitoriali anche laddove le situazioni risultino molto complesse e difficili. Talvolta può essere utile anche coinvolgere altre figure significative della vita del bambino perché, con ruoli differenti (parenti, educatrici, allenatori….), possono partecipare al processo terapeutico apportando valore e profondità al percorso di cura.

Adolescente


L’adolescenza è una fase importante di costruzione e scoperta della propria identità e individualità, che si apre al futuro, ma abbraccia anche il proprio passato. In questa delicata fase di passaggio può a volte succedere di sentirsi più soli o confusi o di percepirsi diversi dagli altri, senza riuscire a trovare un modo per esprimere e condividere tali sentimenti con i propri amici o i propri familiari.
In questa fase la terapia può essere un modo attraverso cui l’adolescente viene aiutato a esplorare tali sentimenti raggiungendo un maggior grado di consapevolezza, favorendo la presa di coscienza delle proprie difficoltà , ma anche delle proprie risorse. Alle volte, in questo percorso, anche il lavoro con i genitori è importante per riprendere quella connessione con il proprio figlio che solo apparentemente sembra essersi interrotta.

Coppia


La Psicoterapia di Coppia permette, a chi vi si approccia, di focalizzare le proprie risorse attive al fine di fornire una comprensione maggiormente lucida delle dinamiche relazionali e dei meccanismi che portano alla sofferenza. La vita di coppia, è costellata di momenti di evoluzione e di mutamento, alcuni dei quali possono rivelarsi impegnativi e complessi da affrontare e sostenere. in quest’ottica il Percorso psicoterapeutico di Coppia parte dal presupposto di considerare la crisi presentata dai pazienti come “occasione” di riflessione sui singoli soggetti e sulla “Realtà Coppia”, sul loro funzionamento e sulle aspettative, così da trasformare la tensione della crisi in un’energia nuova e positiva che permetta alla Coppia di ricominciare.

Famiglia


Ci sono fasi della vita in cui le famiglie possono attraversare momenti di crisi, spesso legate ad un cambiamento (nascita di un figlio, lutti, adolescenza, spostamenti…). Sono occasioni in cui le emozioni diventano intense, difficili da gestire e si può esitare in un rallentamento o un blocco della quotidianità e della progettualità. Quella che appare come una difficoltà può essere, con l’aiuto di uno specialista, un’ opportunità fertile e preziosa per riflettere insieme su quanto sta accadendo e riprendere, rinnovare e realizzare i propri desideri. La terapia della famiglia offre questo spazio comune in cui poter riconoscere, in presenza di più membri famigliari, quegli aspetti che diventano causa di infelicità e restituire un senso e un’apertura sul futuro.

Gruppo


Il gruppo a cui normalmente è rivolta una terapia è composto da circa 5-8 persone. A differenza di una terapia individuale, lo spazio del gruppo è una dimensione più ampia che permette ad ogni soggetto di esprimersi all’interno del percorso, non solo attraverso l’interazione con il terapeuta, ma anche in quella con gli altri membri del gruppo stesso. Prediligiamo un approccio che possa partire dalla considerazione della sofferenza e del malessere del singolo individuo come centralità del nostro lavoro, senza individuare a priori una omogeneità sintomatologica tra i partecipanti. Obiettivo della terapia è quella di avvalersi di uno strumento straordinario, che è l’essere in gruppo, per cogliere i nessi e i significati sottesi ai vissuti emergenti   per restituire una lettura relazionale affinchè ognuno trovi, nei passaggi della terapia, la soluzione migliore per sé, per il proprio benessere e per la propria qualità di vita.

Tariffe

Colloqui iniziali: €40 euro

Terapia individuale (adulto, bambino, adolescente) €40

Terapia di Coppia: €50

Terapia familiare: €60

Terapia di gruppo: €30

 

Per consulenze e formazione il preventivo viene ideato in base alle richieste e alle esigenze espresse.

In tal caso è necessario contattare il Numero Verde per poter avere maggiori informazioni o inviare una mail all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Seguici!

Facebook
Lo sapevate che...

La parte del cervello nota come area 25 di Brodmann è un'area nella corteccia cerebrale ed è stata delineata da Korbinian Brodmann che gli diede la 25ma posizione tra le "aree cerebrali" .
Brodmann descrisse quest'area come la si conosce oggi nel 1909.
L’area25  è estremamente ricca di trasportatori della serotonina e viene considerata una regione di coordinamento per una vasta rete che coinvolge aree come l'ipotalamo e il tronco encefalico, che regola l'appetito e il sonno; per l'amigdala e per l'insula, lobi che modulano il tono dell'umore e l'ansietà; per l'ippocampo, che gioca un ruolo importante nella formazione dei ricordi; e per alcune parti della corteccia frontale ritenute collegate alla propria valutazione e ai sentimenti di autostima.